Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Questa sera gratis in streaming su MYMOVIESLIVE! Il film di Ferrara sul caso DSK, presentato a Cannes. Nei prossimi giorni a 3,99 euro

 

Bisogna affrettarsi per guardare gratuitamente in streaming questa sera a mezzanotte su MYMOVIESLIVE! "Welcome to New York" di Abel Ferrara (per prenotare il posto: www.mymovies.it/film/2014/welcometonewyork/live) sul caso di Dominique Strauss-Kahn. Il film sarà poi on demand su ANICAONDEMAND a 3,99€, prezzo ridotto rispetto ai 6,99€ precedentemente stabiliti, vista la grandissima curiosità per la pellicola. I posti su MYMOVIESLIVE! erano quasi esauriti questa mattina, ma il portale ne sta aggiungendo altri, vista la forte richiesta.  Abel Ferrara si è concentrato su parte della vita di Strauss-Kahn, a partire dall'ultimo scandalo che lo ha visto incriminato di tentata violenza sessuale nel 2011 ai danni di una cameriera nell’hotel newyorkese, dove soggiornava. Nel ruolo del presidente dell’FMI c'è Gérard Depardieu, mentre Jacqueline Bisset veste i panni dell’ex moglie ereditiera, Anne Sinclair. (vedi http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2014-05-15/il-caso-strauss-kann-diventa-film-abel-ferrara-presenta-welcome-to-new-york-162929.shtml?uuid=ABhCQXIB).

 

 

Il film  era stato presentato a margine della 67esima edizione del festival del cinema di Cannes: né la selezione ufficiale, né le sezioni collaterali avevano voluto ospitare la pellicola che ha creato tante polemiche. Molti sussurrano che il caso dell’ex presidente del Fondo Monetario abbia suscitato profondi imbarazzi al festival del cinema più importante del mondo, fiore all’occhiello della Francia che sta tentando di rilanciare DSK in politica. Non a caso l’economista era stato ospitato la settimana scorsa in  uno dei canali televisivi più importanti di Francia, France 2, per dare il suo parere sull'economia in zona euro, a poca distanza delle elezioni europee. La gran parte della critica ha invece ritenuto “Welcome to New York” “irricevibile” dal punto di vista strettamente cinematografico, accusando Ferrara di aver perso la mano che lo aveva fatto ammirare con “Il cattivo tenente”. Nel frattempo su Ferrara sono piovute anche accuse di antisemitismo, visto che Depardieu, che nel film si chiama Devereaux, accusa l’ex suocero di essersi arricchito alle spalle degli ebrei durante la seconda guerra mondiale. “Sterco di cane!” ha definito lam pellicola DSK che ha annunciato querele, mentre l’ex moglie Anne Sinclair ha deciso di non dare soddisfazione al regista: “La sporcizia  io non le attacco, la vomito”.